CRUNA

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
CRUNA | NOTIZIE | Recale: Protezione civile, raid dei vandali

Recale: Protezione civile, raid dei vandali

Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

recale protezione civileRECALE. Hanno strappato la bandiera dell'Italia e distrutto la foto del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Forse volevano lanciare un messaggio, che ora gli inquirenti stanno cercando di decifrare, i teppisti che, ieri mattina, tra le 10 e le 11, hanno compiuto un raid vandalico all'interno della sede del nucleo di protezione civile del Comune di Recale, in via Ugo Foscolo (nella foto). I balordi sono entrati forzando la maniglia della porta d'ingresso al pian terreno e hanno messo a soqquadro i locali, rompendo l'orologio a parete, tranciando la tappezzeria del divano, rovesciando sedie e scrivanie. Che abbiano agito di giorno lo testimoniano i volontari, i quali intorno alle 9 sono entrati nella sede, ubicata in un vecchio istituto scolastico, per recuperare dei documenti. Di ritorno, verso mezzogiorno, il presidente, Francesco Mastroianni, ha subito notato che qualcosa non andava e ha lanciato l'allarme. «Il danno economico - ha detto - non è ingente, ciò che mi sconforta è l'accanimento verso il tricolore e l'immagine del capo dello Stato». Sul posto, sono accorsi i carabinieri della stazione di Macerata, agli ordini del comandante Roberto Di Costanzo, che hanno effettuato un sopralluogo nella speranza di recuperare elementi utili all'identificazione dei vandali. In via Foscolo, anche il sindaco Patrizia Vestini, che ha chiesto ai militari il massimo scrupolo nelle indagini, offrendo la piena collaborazione dell'amministrazione comunale. «Quando a essere colpiti - ha affermato il sindaco - sono i simboli della comunità nazionale, è giusto chiedersi: è solo una bravata o c’è dell’altro?». L'episodio cade a meno di ventiquattro ore dall'arrivo in città di don Tonino Palmese, referente campano dell'associazione «Libera», che, mercoledì pomeriggio, è intervento alla conferenza, dal titolo «Dalla legalità alla giustizia», organizzata dall'istituto comprensivo «Giovanni XXII», in viale Europa, nell'ambito del Progetto operativo nazionale «Le(g)ali al Sud». Tra i volontari della protezione civile, sono molti a ritenere che il raid sia, per quanto assurdo possa essere, la risposta al monito del sacerdote salesiano, figura simbolo della lotta alla criminalità.
Claudio Lombardi, Il Mattino, 1 giugno 2012

Commenti

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:41
ultimo mese:2282
totale visite:83546

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
Banner
Banner